ADR 2017

Acquista

ADR 2017

Traduzione italiana integrale del Regolamento ONU sul trasporto stradale delle merci pericolose, ADR 2017, in vigore a livello internazionale dal 1° gennaio 2017.

La traduzione è stata curata dallo stesso gruppo di lavoro che ha curato le precedenti edizioni dal 2001 al 2015, (ora Comitato Scientifico di OrangeNews), conferite a titolo gratuito al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a partire dal 2003 e trasmesse, su richiesta, alla Commissione Europea che le ha utilizzate per fini istituzionali.

Il volume è in un formato autorizzato per la consultazione anche in sede d'esame, con evidenziazione grafica delle novità rispetto all'ADR 2015


Guida ADR 2017

Acquista

GUIDA ADR 2017

La Guida all'ADR è nata per fornire un quadro generale delle prescrizioni tecniche contenute nell’ADR (e nel RID) e, soprattutto, per consentire l’individuazione e la gestione delle disposizioni che più possono interessare i diversi operatori, siano essi speditori, trasportatori, fabbricanti di imballaggi, Consulenti-DGSA.

La Guida alla consultazione e con le novità dell'ultima edizione in evidenza, ha accompagnato l'uscita dei Regolamenti, fin dalla prima edizione dell'ADR/RID tradotta dal gruppo di lavoro diretto da Sergio Benassai ed edita da ARS (Edizione 2005), l'ultima ad essere pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale .
Con l'Edizione 2017 ARS presenta una Guida completamente ristrutturata nell'organizzazione e nei contenuti, frutto del lavoro di tre autori, Consulenti Sicurezza Trasporti per tutte le specialità e modalità (ADR/RID/ADN), provenienti dal Comitato tecnico Scientifico di OrangeNews, con la supervisione di Sergio Benassai:

Angelo Fiordi, Chimico, specializzato nelle problematiche relative alla Classificazione di merci pericolose ai sensi del Trasporto e del CLP;

Giovanni Adamo, Esperto di Trasporto Intermodale di Merci Pericolose e di cisterne ADR, Collaboratore di IMSSEA – International Maritime Safety Security Environment Academy;

Franco Cioce, Esperto qualificato di Radioprotezione, esperto nelle problematiche del trasporto di materiale radioattivo.


RID 2017

Acquista

RID 2017

Traduzione italiana integrale del Regolamento ONU sul trasporto ferroviario delle merci pericolose, RID 2017, in vigore a livello internazionale dal 1° gennaio 2017.

La presente traduzione è stata curata dallo stesso gruppo di lavoro che ha curato le precedenti edizioni (ora Comitato Scientifico di OrangeNews).

Il volume è in un formato autorizzato per la consultazione anche in sede d'esame, con evidenziazione grafica delle novità rispetto all'RID 2015.

Gli eventuali addenda e corrigenda emessi dall'ONU successivamente alla pubblicazione del testo saranno resi disponibili nella sezione download della presente scheda.


GUIDA AL REGOLAMENTO CE 1272/2008 (CLP) - 2a edizione

Acquista

GUIDA AL REGOLAMENTO CE 1272/2008 (CLP) - 2a edizione

Il regolamento (CE) n. 1272/2008 (noto come CLP, acronimo di Classification, Labelling, Packaging) del parlamento europeo e del consiglio del 16 dicembre 2008 - relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele che modifica e abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e che reca modifica al regolamento (CE) n. 1907/2006 - è entrato in vigore il 20 gennaio 2009.

Con questa guida si intende fornire agli operatori interessati uno strumento che li aiuti nell’applicazione del regolamento, indicando le diverse scadenze previste e le responsabilità, individuando i casi di esenzione, descrivendo un processo di approccio graduale, dall’acquisizione dei principi generali all’applicazione dei criteri specifici, nell’attuazione delle disposizioni in materia di classificazione ed etichettatura, illustrando inoltre, con diversi esempi pratici, le modalità di applicazione del regolamento.

Dal momento che il regolamento è, per esplicita dichiarazione, lo strumento europeo per l’attuazione del GHS (il sistema globale armonizzato di classificazione ed etichettatura), in questa guida sono anche indicate le corrispondenti disposizioni contenute sia nel GHS stesso che nella normativa sul trasporto di merci pericolose, alle quali il regolamento non si applica, ma che sono peraltro già in larga parte armonizzate con il GHS.

Questa seconda edizione della guida è stata predisposta anche per tener conto delle modifiche apportate con il Regolamento (CE) n. 790/2009 e con il Regolamento (UE) n. 286/2011


Classificazione dei rifiuti pericolosi - 3a edizione

Acquista

LA CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI PERICOLOSI - 3a edizione

A partire dal 1° giugno 2015 è entrato in vigore il Regolamento (UE) n. 1357 del 18/12/2014 che sostituisce l’allegato III della Direttiva 2008/98/CE che modifica le definizioni delle varie caratteristiche di pericolo attribuite ai rifiuti pericolosi, allineando i criteri di classificazione dei rifiuti a quelli contenuti nel Regolamento n. 1272/2008 (CLP).
Da tale data il CLP, infatti, abroga in maniera definitiva le direttive CE (67/548/CEE e 1999/45/CE per le sostanze e le miscele rispettivamente) e, pertanto, i criteri di classificazione delle suddette direttive non potranno più essere utilizzati nella classificazione dei rifiuti.

Altro aspetto rilevante per gli operatori del settore, è l’entrata in vigore dal 15 agosto 2015 della Legge n. 125 del 06/08/2015 che definisce i criteri per l’attribuzione della caratteristica di pericolo HP14 allineandoli con quelli previsti dall’ADR per le materie inquinanti per l’ambiente acquatico.

Per questo si è ritenuto utile mettere a disposizione degli operatori una apposita guida “Classificazione dei rifiuti pericolosi ai sensi della normativa sui rifiuti e ai sensi della normativa sul trasporto stradale di merci pericolose” che illustra (anche con numerosi esempi pratici) e mette a confronto i criteri e le modalità di classificazione delle diverse normative.


Sei nella pagina: Pubblicazioni