Il gruppo di lavoro per il trasporto di merci pericolose (WP.15), nel documento ECE/TRANS/WP.15/AC.1/166, ha accettato la proposta di modifica da parte del Regno Unito relativa al paragrafo 1.8.3.2. b) che entrerà in vigore con l’edizione 2025 dell’ADR.

L’esenzione dalla nomina del consulente da parte di speditori “occasionali” sarà comunque subordinata all’emanazione da parte delle Autorità competenti nazionali di disposizioni di legge in tal senso.

Si riporta di seguito il testo del paragrafo 1.8.3.2 come modificato.

Le autorità competenti delle Parti contraenti possono prevedere che le presenti disposizioni non si
applichino alle imprese:
a) Riservato
b) le cui attività riguardano quantitativi, per ogni unità di trasporto, non superiori ai limiti definiti a 1.1.3.6 e 1.7.1.4 come pure ai capitoli 3.3, 3.4 o 3.5; ovvero
c) che non eseguono, a titolo di attività principale o accessoria, spedizioni, trasporti di merci pericolose o operazioni di imballaggio, di riempimento, di carico o di scarico connesse a tali trasporti, ma che eseguono occasionalmente spedizioni, trasporti nazionali di merci pericolose, o operazioni di imballaggio, di riempimento, di carico o di scarico connesse a tali trasporti che presentano un grado di pericolosità o un rischio di inquinamento minimi.

Sul sito ECHA, nella sezione “Notizie”, sono stati resi noti i risultati di un progetto pilota promosso dall’ECHA stessa dal quale risulta che il 26% delle sostanze recuperate dai rifiuti viola le disposizioni del REACH.

Gli ispettori hanno controllato 46 casi per determinare se le sostanze recuperate dai rifiuti fossero conformi alle condizioni per l'esenzione dalla registrazione REACH ai sensi dell’articolo 2, paragrafo 7, lettera d), ovvero la coincidenza tra l’identità delle sostanze risultanti dal processo di recupero e quelle già registrate, nonché la disponibilità presso lo stabilimento che ha effettuato il recupero delle informazioni sull’uso sicuro delle sostanze stesse.

Inoltre, circa il 37% dei casi valutati mostrava gravi carenze in materia di prescrizioni relative alla classificazione, etichettatura ed imballaggio del CLP.

Si sottolinea che il progetto è stato incentrato sulle sostanze/miscele escludendo del tutto gli articoli come definiti dal REACH e che l’Italia non ha partecipato.

Maggiori info al seguente link da cui si può scaricare il report completo sul progetto pilota.

L'ICAO ha emesso un ulteriore addendum II all'edizione 2021-2022 delle Istruzioni Tecniche con il quale modifica la disposizione speciale A220 in modo da includere i colli contenenti  i farmaci contro COVID-19 e non solo i vaccini contro il COVID-19.

Read More: IATA DGR 62nd, Addendum II: modificata la DS A220 per includere anche i farmaci contro il COVID-19

Segnaliamo che sta partendo la fase operativa del nuovo progetto REACH Enforcement (REF-9) proposto dal Forum di ECHA. Il progetto si focalizzerà sulle sostanze soggette ad autorizzazioni e relative conformità. ECHA ha deciso di estendere il controllo su tutte le sostanze presenti in Allegato XIV.

Read More: Al via il nuovo progetto REACH Enforcement (REF-9)